BUKOWSKI

COMING SOON

A TEATRO CON MAMMA E PAPA'

RASSEGNA 2014 2015

TERRAE-FARAUALLA_SAGRADEMARI;

27 e 28 MARZO ORE 21,00

mercoledì 6 agosto 2014

A MISURA D'UOMO
Ospitalità e Produzione 2014/2017

Nuovo Teatro Abeliano 2014/2015

A misura d’uomo

On a human scale 




L'anno Teatrale 2014, quarantaquattresimo anno di attività dell’Abeliano, registra la conclusione del progetto triennale “HAPPY NEW THEATRE”, un lungo, originale e festoso benvenuto in Arte al Nuovo Teatro Abeliano, già definito da alcuni protagonisti della scena italiana e internazionale, uno dei più bei piccoli Teatri d’Italia. 

Si avvia un nuovo progetto triennale, A MISURA D’UOMO, che se da un lato conserva la tradizione del Gruppo Abeliano centrata prioritariamente sul teatro di prosa contemporaneo, dall’altro non smette di inaugurare nuovi percorsi. 

Per le produzioni prendono il via ben tre nuovi allestimenti. Il primo, dal titolo Blue Bird Bukowski, vede in scena Vito Signorile, nei panni del redivivo autore americano, guidato dalla regia di Licia Lanera per la drammaturgia di Riccardo Spagnulo: due giovani attori autori che sempre più si stanno imponendo nel panorama nazionale e internazionale per bravura e innovazione; il secondo fa parte di un percorso dedicato all’opera di Aldo Nicolaj, commediografo instancabile che ha disegnato le comiche tragedie delle relazioni quotidiane tra esseri umani. Con Mai stata sul cammello l’Abeliano darà vita a una commedia brillante sul tema delle relazioni tra donne che saranno interpretate da Tina Tempesta, Antonella Genga e Stefania Bove; nell’ambito del teatro per ragazzi e per le famiglie, si inscrive invece la produzione L’orco e lo sciocco che completa il ciclo della ricerca sulle fiabe popolari realizzata da Vito Signorile per il Dipartimento Scuola Educazione e che in questo nuovo allestimento vedrà la regia di Roberto Corradino, anch’egli autore, attore e regista under ’40 impegnato in molteplici percorsi artistici di rilievo. 

Per l’ospitalità si inaugura una felice contaminazione tra i pubblici che potranno spaziare tra le rassegne ACTOR, il cartellone storico del Teatro Abeliano, TO THE THEATRE, dedicato al nuovo teatro contemporaneo, e PRIMA RIBALTA, centrato sulle produzioni al debutto, cogliendo il meglio della tradizione e scoprendo i nuovi talenti pugliesi e nazionali. 
Alle famiglie è dedicato l’appuntamento domenicale con A TEATRO CON MAMMA E PAPA’ che propone una ricca proposta di teatro per ragazzi, scelta tra le migliori compagnie nazionali del settore, e ancora per i ragazzi è la rassegna LA SCUOLA VA A TEATRO programmata in matinèe. Si inaugura inoltre una nuova sezione che legge e dà spazio alle moltissime proposte artistiche inoltrate da giovani autrici e registe: I’M NOT A LADY è una sezione articolata in cinque appuntamenti con proposte tutte al femminile e centrate sulla differenza di genere. Compagnie storiche e progetti di coproduzione, ensemble artistiche unite intorno a un progetto produttivo e giovanissimi che si sono appena affacciati al teatro. Alcune esperienze sono radicate nel territorio, altre sono proposte di attori migranti di ritorno, altre ancora hanno da poco vinto prestigiosi premi o hanno cominciato con Principi Attivi la loro storia di arte e lavoro. L’ospitalità dell’Abeliano è anche questo: una casa, un punto d’approdo e di partenza per chi si sente a casa solo su un palcoscenico. 
Nel foyer inoltre, incontri di lettura, mostre e presentazione di nuovi prodotti editoriali privilegiando le case editrici indipendenti. 

Oltre 150 giornate di apertura per un’offerta che si rivolge a un pubblico vivo e curioso, capace di amare e appassionarsi ai diversi linguaggi dell’arte, senza preclusioni e differenziazioni di genere, capace di spaziare dalla grande tradizione d’attore al teatro contemporaneo, dai testi classici alle nuove scritture, di partecipare alle serate e di essere in famiglia al pomeriggio per godersi una fiaba. Spettatori diversi per diversi spettacoli accomunati tra loro dall’unica qualità che fonda il teatro: la capacità di comunicare, partecipare sensi e significati, emozionare. Con l’auspicio di costruire insieme una comunità culturale, capace di farsi portavoce di un festoso progetto umano.

venerdì 25 luglio 2014

CAMPAGNA ABBONAMENTI
Stagione Teatrale 2014/2015




 ACTOR 

 8 spettacoli - sabato ore 21.00, domenica ore 18,00 


- Abbonamento intero € 150 - Abbonamento ridotto* € 125


*Il prezzo ridotto è riservato a tutti gli abbonati e loro amici che confermeranno o prenoteranno l'abbonamento entro il 31 luglio. Le riduzioni sono riservate agli  amici della Chiesa della Resurrezione, agli under 25 anni e agli over 65


 TO THE THEATRE 

 10 spettacoli  

 Venerdì e sabato ore 21.00, domenica ore 18.00 solo per alcuni  spettacoli 


- Abbonamento intero € 70 - Ingresso intero € 10, ridotto* € 8


*Le riduzioni sono riservate a tutti gli abbonati alle altre rassegne e agli studenti universitari in possesso di libretto


 PRIMA RIBALTA 

 10 spettacoli - Venerdì ore 21.00 


- Ingresso intero € 10, ridotto* € 8


*Le riduzioni sono riservate a tutti gli abbonati alle altre rassegne e agli studenti universitari in possesso di libretto


 I'M NOT A LADY 

 5 spettacoli nel mese di aprile 2014 - Giovedì ore 21.00 


- Abbonamento intero € 35,00 

- Ingresso singolo  € 10,00


 A TEATRO CON MAMMA E PAPÀ 

 7 spettacoli - Domenica ore 17.00 e 19.00 


- Abbonamento intero valido per 2 persone (1 bambino + 1 adulto) € 70,00

- Abbonamento ridotto* valido per 2 persone (1 bambino + 1 adulto) € 56,00

- Ingresso intero € 7,50


*Il prezzo ridotto è riservato a tutti gli abbonati e loro amici che confermeranno o prenoteranno l'abbonamento entro il 31 luglio. Le riduzioni sono riservate agli  amici della Chiesa della Resurrezione, agli under 25 anni e agli over 65

 ABBONAMENTO SHAKE  

( pacchetto di 9  spettacoli ) 

 3 spettacoli Actor, 3 spettacoli To The Theatre, 3 spettacoli  Prima Ribalta 

- Abbonamento intero € 81,00 




TERRAE-FARAUALLA_SAGRADEMARI
27 e 28 marzo 2015

TO THE THEATRE



Con:
ANNA GAROFALO voce
SERENA FORTEBRACCIO canto
GABRIELLA SCHIAVONE canto
MARISTELLA SCHIAVONE canto
TERESA VALLARELLA canto
ROCCO CAPRI CHIUMARULO prologo
LETIZIA LAMARTIRE video

TERRAE / FARAUALLA

SAGRADEMARI strada nel mare per 5 donne e un marinaio che non c’è
(Stefano Benni-Faraualla)


Sagrademari è una partitura originale, salmastra e scritta appositamente per il racconto di Stefano Benni. Sagrademari è una scia di mare, impalpabile parola in musica e musica in parola. È un suono che cammina sul pelo dell’acqua e si inabissa nel mare affogato dalla nostra spazzatura e dalla nostra arroganza di conquistatori: invasori e sempre, irrimediabilmente, perdenti. Su mari contene monstruos che la terra non immagina... perché i mostri siamo noi, infine, e nessuno può lottare con la forza del mare senza riconoscersi ferito o rinsavito o morto. È il viaggio di Sinbad, di Odisseo. O del signor Rossi della porta accanto, non importa. È l’uomo e la sua vanità immensa di poter controllare e giudicare.
Un crogiolo di lingue e dialetti, ibridato di sardo, ligure e castigliano, napoletano e siciliano, arabo, greco antico e moderno. Un suono unico, come unico è il canto del mare e delle sue genti dai palati salmastri.
Una favola sonora, la nostra, dal mirabile testo di Benni, su cui è stata composta in maniera del tutto autentica una vera e propria partitura musicale per voce e quartetto vocale.
Concerto scenico, percorso musicale e immersione senza ossigeno negli abissi...
Questo è il nostro modo di leggere un viaggio “mediterraneo” in tempi di sbarchi e dolori salati, di fondali spaccati dalle bombe e dalle reti, di croci senza nome. Confortati dalla passione delle Sirene, piumate vergini dal dolce canto, cominciamo a raccontare: Su mari è altu e contene muntane e nimbi e barrancos ca la terra nun tiene...


video trailer by youtube

27 e 28 marzo 2015

ABBONAMENTI E BIGLIETTI

PRENOTAZIONI

CONTATTI




FEDRA SUSPECT
2 aprile 2015























Regia, drammaturgia e allestimento – Mariella Soldo 
Anticoro – Francesca Citarella, Serena Cozza, Anna De Palma, Carmela Riccardi, 
Fedra – Barbara De Palma
Myriam Scaligina
Costumi Fedra – Vito Antonio Lerario
Musiche originali – Daniele Vergni, Tore Ximenes
Produzione – Notterrante Compagnia/Teatr’Atelier
Suoni – Francesco Faraci

Fedra suspect propone uno studio sulla deviazione dal mito di Fedra in due quadri. 
Uno ancestrale, l’altro contemporaneo. Un dittico asimmetrico che vuole recuperare la contemporaneità della donna, collocandola nel suo presente attraverso il passato. 
Un passato necessario, irrappresentabile, indicibile. È il corpo a farsi principale portavoce di ricordi e contraddizioni. Ma anche il ricordo, alla fine, cos’è? Se non minima, superficiale rappresentazione di un millesimo di frammento di memoria. 
Così, Fedra si vuole particella, minuscolo lembo di pelle. Ora deformata e storpia, ora elegante e sicura, la donna s’impone nel mondo come simbolo della storia.  Di quel passato glorioso, in cui Fedra era regina luminosa d’Oriente, la donna porta in scena solo ombre e confusioni, incertezze e falsi ricordi. Follia? No, è  lo scherzo del tempo che ci dice: tu non puoi essere qui e altrove. Dell’Antica Grecia Fedra riesce a conservare solo la durezza e la crudeltà, cui la donna non può sottrarsi. Il mostro che ha generato deve morire. Perché il mostro è amore. E l’amore, ormai, è solo un ricordo lontano, qualcosa di così minuscolo che Fedra non può più decifrare. Cosa le resta? Continuerà a vivere nel presente, tra bar alla moda e amori fugaci, incorniciata da se stessa e da un mondo che sta per fallire. 
Con questo nuovo lavoro, in prima regionale, la compagnia Notterrante vuole mettere in scena il conflitto attuale tra Oriente e Occidente, tra perdita di valori e credenze estremiste. Fedra si fa portavoce, insieme a un anticoro di donne-amazzoni-baccanti, costole della stessa donna, delle contraddizioni del presente e chiede con rabbia un antidoto a questo vuoto che impedisce la vita a favore di una macabra e crudele realtà.

2 aprile 2015

domenica 13 luglio 2014

SCALZATI
9 aprile 2015

I'M NOT A LADY



regia Ilaria Cangialosi & Annalisa Legato
con Ilaria Cangialosi & Annalisa Legato


“ScAlzati” è uno spettacolo che attraversa la tematica della violenza.
La violenza subita, la violenza agita, la violenza accettata, la violenza taciuta, la violenza privata, la violenza morale, la violenza auto inflitta.
Nasce come uno spettacolo itinerante: Inizia con un’ installazione e termina con una mostra fotografica. La volontà è quella di fare, assieme al pubblico, un’esperienza.
I testi, scelti per raccontare la storia di cinque donne diverse, sono liberamente tratti da “Malamore” di Concita de Gregorio, “La chiave dell’ascensore” di Agota kristof e “Signore e Signorine” di Beatrice Masini. 5 storie, 5 donne, 5 stanze vengono attraversate da due attrici che dichiaratamente entrano ed escono dai personaggi. Le scarpe sono, in questo spettacolo, un filo conduttore necessario: vengono calzate per entrare nei panni di queste donne.
Oltre agli attori sul palco si sono avvicendati musicisti, ballerini, videomaker, corti, dj.

9 aprile 2015

ABBONAMENTI E BIGLIETTI

PRENOTAZIONI

CONTATTI




giovedì 19 giugno 2014

A QUALCUNO PIACE FRED
10 aprile 2015




A QUALCUNO PIACE...FRED
Maurizio Pellegrini e la Chamber Swing Orchestra

Regia Maurizio Pellegrini


Una fredda mattina di più di cinquant’anni fa, usciva di scena insieme alla sua Thunderbird rosa, un giovane cantante italiano: Fred Buscaglione.

A lui, alla sua musica, al suo mito, Epos Teatro dedica questo spettacolo musicale frizzante e divertente.

Dalle serate nelle sale da ballo di una Torino anni ’30 alle lunghe tournèe all’estero e all’improvviso successo nazionale, una vita dedicata alla musica tra difficoltà economiche e voglia di fare, eterne amicizie, amori difficili e grandi soddisfazioni.
Maurizio Pellegrini & The Chamber Swing Orchestra ripercorrono l’avventura del giovane Fred e dei suoi “Asternovas” fino all’incontro col paroliere Leo Chiosso e l’invenzione di un mondo americano quasi da romanzo bulli&pupe.
Che notte!, Teresa non sparare, il dritto di Chicago, Che bambola!, sono solo alcuni dei titoli che hanno fatto di Buscaglione un grande precursore del suo tempo e che vivono ancora oggi prepotentemente nelle menti dei grandi appassionati.

Qualcosa in più che uno spettacolo con musica dal vivo: un modo per conoscere e ricordare il grande Fred, per poterlo ritrovare «al fondo di un bicchiere, nel cielo dei bars».

10 aprile 2015

GERVASO E CARLOTTA
12 aprile 2015

     MAMMA E PAPA'




Drammaturgia: Roberta Sandias

Regia: Maurizio Azzurro

Musiche originali: Maria Gabriella Marino

Scene e Costumi: Ennio Ecuba e Veronica Netti

Attori in scena: Maurizio Azzurro; Roberta Sandias


Lo spettacolo è tratto da una antica fiaba popolare tedesca, dove protagonista è una coppia che vive ai margini del bosco, sbarcando il lunario in piccole faccende quotidiane dal sapore antico: tagliar legna, attingere acqua al pozzo e sbrigare mille altre attività rituali che scandiscono le loro giornate, sempre uguali. Due caratteri in contrapposizione: una moglie, Carlotta, allegra e solare, un marito, Gervaso, buio e brontolone: i due formano una coppia teatrale di sicuro impatto, che innesca continuamente contrasti e piccoli battibecchi, vorticose situazioni comiche e dialoghi serrati, dal vago sapore del teatro dell’assurdo, in una rappresentazione teatrale dal ritmo coinvolgente e di grande impatto comico. Nell’ambientazione e nella forte caratterizzazione dei personaggi ci si è ispirati alle atmosfere del Tingel Tangel di Karl Valentin, regalando allo spettacolo toni surreali e sopra le righe: una comicità fisica, oltre che verbale. Come in tutte le fiabe che si rispettino, c’è l’elemento magico: a rompere la quotidianità della coppia, accade un evento inaspettato: una vecchia maga, capitata nei pressi della loro bicocca un po’ per caso e un po’ per ventura, concede ad uno scettico Gervaso la possibilità di realizzare tre desideri…
Cosa accadrà? Lo sviluppo imprevedibile della storia, che ha un finale inaspettato, lascia aperta una riflessione sul tema del desiderio e della sua realizzazione. L’allestimento della fiaba, è arricchito da momenti musicali e canzoni coinvolgenti.


12 aprile 2015 ore 17,00 e 19,00

ABBONAMENTI E BIGLIETTI

PRENOTAZIONI

CONTATTI




LA SECONDA STANZA
16 aprile 2015

I'M NOT A LADY



Regia: Maria Filograsso
con Mariantonia Capriglione: Ophelia
Maria Filograsso: Mater Lacrimosa
Drammaturgia: Teodora Matrototaro
Musiche e video originali: Daniele Vergni
Disegno Luci: Gianluigi Carbonara
Supporto Marluna Teatro

“La Seconda Stanza” nasce, come racconta la regista Maria Filograsso da un’analisi attenta di ogni verso e dal training svolto con la talentuosa attrice Adriana Gallo, oltretutto coraggiosa scegliendo di formarsi con me e con questo lavoro piuttosto che con “circuiti ufficiali”. Il rapporto con il video e la musica è il confluire naturale dell’arte di Daniele Vergni all’interno delle scelte propriamente registiche al servizio e non servili al corpo scenico. L’idea è quella di sovrapporre il video sul personaggio, infatti in luoghi più adatti a quello di oggi il video oltrepassa il corpo dell’attrice creando quasi una scenografia digitale per entrare nella seconda stanza e per farci entrare lo spettatore; il disegno luci di Gianluigi Carbonara apporta essenziale contributo onirico al lavoro, anch’esso studiato con finalità all’immagine poetica. “Sono un’ allena-attrice” si autodefinisce la regista dello spettacolo,dove l’incantevole freschezza di Adriana la pone al servizio dei sublimi e dissacranti versi scritti dalla drammaturga. Seguendo un lungo lavoro di ricerca sul “teatro poetico d’immagine” nel recupero dell’archetipo per renderlo immagine poetica.”Un lavoro di analisi filosofica intenso e prezioso in cui preme sottolineare il valore di realizzarlo con una poetessa, con la quale confrontarmi direttamente e soprattutto così brava come Teodora, con la quale c’è sintonia di espressione linguistica. Nella seconda stanza rispondiamo in prima persona agli interrogativi della vita, della nascita e della morte il mio intento è aspirare a cercare un triangolo magico che leghi attore spettatore autore in un unico sentire, la poesia ha questa forza io ci credo insieme a tutto il resto dell’ensemble”.

16  aprile 2015

HAVE I NONE
17,18 e 19 aprile 2015

TO THE THEATRE



di Edward Bond

traduzione di Ilaria Staino

con Licia Lanera, Maria Luisa Longo, 

Riccardo Spagnulo

collaborazione spazio luci Vincent Longuemare

assistente alla regia Elio Colasanto

oggetti di scena Modesta Pece

tecnico di produzione Giuseppe Dentamaro

regia di Licia Lanera e Riccardo Spagnulo

produzione Fibre Parallele

in coproduzione con TREND – Nuove frontiere 

della scena britannica

e ResExtensa

--

Have I none

non ne ho

non ho faccia

non ho storia

non ho scelta

Sull'orlo del precipizio non hai scelta, l'unica azione possibile è saltare nel vuoto. Se il 

mondo sprofonda e se questa non è più vita, saltare nel vuoto ancora una volta. 

Consumare per esistere, ma quanto durerà? 

Nel 2077 di Have I none, l'evoluzione del capitalismo è un mondo dove vita e morte si 

confondono, dove vivere è spegnersi lentamente, e decidere di morire è un atto di 

estrema vitalità.

La vita morta e la morte viva.

Dove il passato è stato abolito.

Dove non c'è più posto neanche per la memoria personale.

In questo mondo, in cui sembra non esserci scelta, tocca prendere la responsabilità di saltare nel 

vuoto.

Have I none è una tragedia in cui la vita è un giocattolo rotto.

L' abbiamo messa in scena, ci siamo messi dentro la scena, messi, buttati, nel 2077, 

con un salto nel vuoto.

Siamo altro da noi, sembra che qualcun'altro si sia messo al nostro posto, ma siamo 

sempre noi, soltanto noi. Non abbiamo altro che le nostre vite.


Questo abitare è un nuovo tassello che ci aiuta a parlare di un futuro senza futuro.






17, 18 e 19 aprile 2015


ABBONAMENTI E BIGLIETTI


PRENOTAZIONI


CONTATTI


venerdì 13 giugno 2014

MUSICAL
11 aprile 2015

SHAKESPEARE  IN ROCK
MUSICAL




Assisterete all' empatia che nascerà tra due corpi mentre l' eccitazione Rock carica di adrenalina scenica, scatenerà un clima azzardante e misterioso! 


Non si può amare se non si comprende cosa è il male! Noi porteremo entrambi in scena.. amore e odio.. odio e amore.. a voi la scelta! Da quale parte schierarsi?


VI ASPETTIAMO!



SHAKESPEARE IN ROCK ''MUSICAL''

11 aprile 2015

CALENDARIO