lunedì 2 aprile 2012

Pentamerone

Teatro Abeliano foto
Venerdì 13 (ore 21.00) e sabato 14 aprile (ore 21.00), vi aspettiamo al Teatro Royal con lo spettacolo "Pentamerone" ovvero Favole e Musica pe’ granni e piccirilliliberamente tratto da "Lo cunto de li cunti" di Giambattista Basile, scritto e interpretato da Paolo Panaro, con Ensamble Strumentale Musica Antica: Angelo De Leonardis (baritono), Debora Del Giudice (clavicembalo) Giuseppe Amatulli (violino).





Posso dire che il mio viaggio nel mondo delle fiabe 
non è stato un'allucinazione E' stato piuttosto 
una conferma 
di qualcosa che già sapevo in partenza 
ed è che io credo questo: le fiabe sono vere. 
Sulla fiaba, I. Calvino



Teatro Abeliano foto
La fiaba ricrea il prodigio di un complesso universo, utilizzando pochi elementi. Realizza i massimi risultati con il minimo dispendio di mezzi. Da tempi remoti, attraverso il lento ruminio delle generazioni, continua ad offrirci una spiegazione della vita. Le fiabe, nel loro insieme sono il catalogo dei destini che possono darsi all'uomo: dalla nascita, che è sempre un auspicio o una condanna, alla giovinezza, al distacco dalla casa, alle prove per diventare adulto, fino alla conferma dell'individuo come essere umano. 



Teatro Abeliano foto
Pentamerone ovvero Favole e Musica pe’ granni e piccirilli è un libero adattamento dall’opera di Giambattista Basile, Lo cunto de li cunti (1634), il più antico libro di favole europee. La sua lingua, un coltissimo, fantasioso, teatrale, spregiudicato campano, risponde all'esigenza dell'autore di offrire un sommario di stili che vanno dal napoletano popolare al repertorio dei comici dell'Arte, fino all'aulico stile di corte. Il risultato è un vero e proprio delirio barocco; ma anche un arcaico narrare intorno al fuoco, perché il Pentamerone, è un insieme di racconti di nonna de chille appunto che sòleno dire le vecchie pe' trattenimento de peccerielle. La sua destinazione era la lettura nelle piccole corti napoletane, dopopranzo, quando le tavole venivano sparecchiate. Allora tra facezie, musiche, balli, giochi, piccole azioni teatrali, il Pentamerone veniva recitato per intrattenere gli ascoltatori. 

Per ricreare questa festosa atmosfera, lo spettacolo si avvale della collaborazione di un ensamble musicale, specializzato in musica antica, che propone all’interno dello spettacolo alcuni brani e canzoni celebri nel primo '600 e citati dallo stesso Basile nei suoi racconti. Tali riferimenti rivelano non solo le scelte di uno specifico ambito lessicale ma, anche, il bisogno di esprimere echi e sensazioni sonore e dare concretezza fonica alle pagine dell’opera. 


Note tecniche

Attore e Regista: Paolo Panaro 

Musiche: Brani e canzoni del primo '600 

Musici in scena: Ensamble Strumentale Musica Antica 

Costumi: Tommaso Lagattolla

Nota: gli abbonati della domenica potranno prenotare il proprio posto venerdì o sabato telefonando al numero 080.542.76.78

CALENDARIO