martedì 7 agosto 2012

DIREZIONE ARTISTICA

Nato a Bari nel 1947, Vito Signorile è tra i fondatori del Gruppo Abeliano di cui è Direttore Artistico. La sua carriera è contraddistinta da un intensa attività di attore e regista, ricercatore di canti e racconti della tradizione popolare, cantante, sceneggiatoreradiotelevisivo. Come regista ha curato la messa in scena di settanta spettacoli di prosa, ha scritto e realizzato una quarantina di sceneggiati radiofonici per la RAI, ha curato la realizzazione di video e di CD. 

Come attore è stato protagonista in numerosi spettacoli teatrali, radiofonici e televisivi; è stato diretto, tra gli altri, da Giancarlo Nanni, Antonio Salines, John Mc Rae, Ermanno Olmi, Nanni Tamma. Nel 2006 è l’Abate Elia, protagonista nel film su San Nicola di Vito Gius Potenza. Nel 2009 è diretto da Sergio Rubini ne L’uomo nero e nel 2014 da Michele Placido in La scelta.

Per il Dipartimento Scuola Educazione della RAI ha curato un ciclo di programmi sulle fiabe tradizionali pugliesi. Per Rai Uno ha curato la trasmissione radiofonica sul Folk italiano "Primo Nip". Ha approfondito le sue ricerche sulle tradizioni popolari con particolare riguardo ai canti del lavoro e della festa in Puglia e alle tradizioni baresi. 

Ha pubblicato Stretta la foglia larga la via,fiabe della tradizione orale pugliese; I giorni della Puglia rossa, lotte contadine in Puglia fino all'avvento del fascismo; ha inciso Pugliata, canti popolari pugliesi e il disco con canti del vino e poesie inserito nel libro Bevete Puglia. Ha sintetizzato le proprie esperienze nell'ambito delle tradizioni baresi nello spettacolo Ragù (che viaggia verso le millecinquecento repliche) e successivamente in Tiàdre e Stòrie e Patòrie; ha inciso Quando il lupo dorme, i canti della tradizione orale barese e altre storie. Ha realizzato il video Amore e Oltre di Renato Maralfa e il video Maria De Mattias per l'Istituto Scolastico Preziosissimo Sangue. Ha curato la regia per due Edizioni del Corteo Storico di Bari, ha realizzato per alcuni anni una nuova Edizione della Piedigrotta Barese ideando il Premio Caravella d'Argento per la poesia, la canzone e il teatro in dialetto barese. 

Tappe importanti della sua carriera artistica lo vedono attore protagonista ne I Cavalieri di Aristofane, Il reduce di Ruzante, Il barbiere di Siviglia di Beaumarchais. Ancora protagonista maschile ne L'orso,La domanda di matrimonio e Il canto del cigno di A. Cechov; Di fronte alla morte di A. Strindberg; I girovaghi di Nicola Saponaro; Discarica di Raffaele Nigro; con Ida Di Benedetto in Delitto all'Isola delle Capre di Ugo Betti; con Grazia Maria Spina ne La capannina di AndrèRoussin; La maschera dimenticata di Ettore Catalano da Pirandello. In collaborazione con l'Università di Bari progetta a più riprese con Ettore Catalano studi su Luigi Pirandello. 

Come regista realizza a più riprese tutti gli atti unici di Dario Fò e Atti unici di Cechov, Vietnam concertodi cui è anche autore e C'era una volta un contadino del Sud di Michele Campione; La passione de Criste di Vito Maurogiovanni; Il grassiere di Raffaele Nigro; La commedia degli equivoci di William Shakespeare; Il marito in trappola di Molière; Ugo, Premio I.D.I. 1987 di Carla Vistarini; Lumie di Sicilia,Sogno ma forse no e L'uomo dal fiore in bocca di Luigi Pirandello; C'era due volte il Barone Lambertodi Gianni Rodari e La fattoria degli animali di George Orwell; Filosofi in carrozzella di Vito Carofiglio; Il Fantasma di Canterville di Oscar Wilde. 

Con un Progetto Europeo su Federico II, mette in scena Il Santo e il leone di Raffaele Nigro, debuttando in cinque castelli di Puglia. Con un omaggio a Luigi Tenco fonde le proprie esperienze teatrali e musicali nello spettacolo Se stasera sono qui. È con Nicola Arigliano nella rassegna «Music & Poems» con lo spettacolo Ma poi che cos'è l'amore

E' stato per diversi anni membro delDirettivo Nazionale UNAT Agis e Membro della Sezione Cultura della Lega Nazionale delle Cooperative
Dal 1977 ha ideato e organizzato i cartelloni teatrali che hanno contraddistinto rassegne nazionali importanti da «Proposta cooperazione» a «Prova col teatro», da «Alla ricerca dello spettatore perduto» fino all'ormai tradizionale «Actor» che ha ospitato quasi tutti i più grandi attori italiani. Ha ideato e coordinato per il Centro Abeliano convegni di rilievo nazionale come L'autore italiano, Progetto Europa - Drammi di fine secolo, Omaggio a Strindberg, Omaggio a Leopardi - L'attualità della leggenda in collaborazione con le Università degli Studi di Bari, Lecce, Basilicata e con le Ambasciate di Svezia, Irlanda e la BritishCouncil. 

Ha diretto diversi Laboratori teatrali per la formazione di giovani attori, è stato docente di recitazione per la scuola biennale di teatro universitario “Vito Carofiglio”, è stato vice di Luigi Musati edocente di recitazione per la Scuola Regionale di Formazione della Compagnia Giovanile Pugliese. 

Nel 2000 è Direttore Artistico della sezione spettacolo del Parco Letterario“Tommaso Fiore” per il quale nel 2001 mette in scena Tutti i colori del Novecento, la novità italiana con cui Raffaele Nigro ha reso omaggio a Tommaso Fiore. È con alcuni dei più noti jazzisti pugliesi nello spettacolo Juke box all'idrogeno, con cui apre il Teatro Abeliano a progetti organici di Rassegne Jazz. Fonda, con alcune tra le più affermate Compagnie di ricerca italiane, l’Associazione Teatri d'Arte Mediterranei


A partire dal 2007, alcuni degli ultimi successi teatrali sono statiSogno di una notte di mezza estate, Salomè, Sexyslalom e Madri,fino ad arrivare, nel 2011, aRe Borbone e tre barboni, allestito col contributo del Comune di Bari nell’ambito delle celebrazioni del 150° Anniversario dell’Unità d’Italia.Dal 2012 ha direttogli spettacoli Scortica Scortica (C’era una volta un re),tratto da un fiaba della tradizione orale pugliesedi cui è anche autore, Desdemona e Cola Colascritto da Raffaele Nigro,Enrico IVdi Luigi Pirandello con Antonio Salines,Scèche-Spìre,affresco shakespeariano tratto dal testo Tiadredi Vito Carofiglio,di cui è anche interprete e per i più piccoli La Regina Taitù. Le nuove Produzioni per la Stagione 2014/2015, lo vedono protagonista dello spettacolo Blue Bird Bukowski per la regia di Licia Lanera, autore di L'orco e lo sciocco, che chiude la trilogia delle fiabe della tradizione popolare, e regista di Mai stata sul cammello? di Aldo Nicolaj con Tina Tempesta, Antonella Genga e Stefania Bove.

CALENDARIO