venerdì 10 agosto 2012

PRODUZIONI - FATTI NON FOSTE A VIVER COME BRUTI


Dal Sommo Poeta a Giacomo Leopardi le più belle pagine della letteratura italiana 

con
Vito Signorile (voce) e Roberto Ottaviano (sax)

Regia di Vito Signorile

È possibile affrontare in modo "scientifico e spettacolare" i grandi della letteratura italiana? È possibile proporre la poesia, che a scuola ha fatto arricciare il naso a generazioni di studenti, in un contesto che stimoli attenzione e tensione e induca finalmente a gustare in tutta la loro straordinaria bellezza quelle opere, ingiustamente "rifiutate" da quei giovani a cui per principio non piacciono le "imposizioni". Opere che gli stessi studenti spesso "riscoprono" autonomamente qualche tempo dopo o in contesti diversi dallo scolastico. 

Naturalmente, per fortuna, le eccezioni non sono poche per cui non è raro il caso in cui una buona lettura o la "passione" di un insegnante, coinvolgono e moltiplicano l'interesse e la voglia di "interpretare". 
Siamo tra quelli che ebbero la fortuna di incontrare insegnanti di Lettere particolarmente impegnati e brillanti. Non che all'occasione non scoccassero scintille di "odio-amore" ma dobbiamo pur riconoscere che buona parte del nostro passato ed attuale amore per questi poeti, lo dobbiamo a loro. 

La sfida è stata dunque raccolta da Vito Signorile e Roberto Ottaviano che con un percorso poetico, certamente parziale e pur tuttavia affascinante, si provano ad offrire una interpretazione in cui il cuore è protagonista insieme al cervello. Lasciarsi trasportare dall’emozione diviene la chiave per rendere unica e coinvolgente ogni singola "rappresentazione". Le parole del Poeta, la voce e i suoni degli interpreti, fra tradizione e innovazione, si fondono in un'unica "musica dell’anima". 

CALENDARIO