lunedì 15 ottobre 2012

NOOSFERA TITANIC

Rassegna "Il peso della farfalla"

18 ottobre 2012 ore 21.00

Libero Fortebraccio Teatro
presenta
Noosfera Titanic


di e con Roberto Latini
musiche originali Gianluca Misiti 

Se il carro diretto al Paese dei Balocchi nel Pinocchio di Collodi avesse avuto un nome probabilmente si sarebbe potuto chiamare come la nave-simbolo di tutto il Novecento. Un'intera generazione dell'era contemporanea, come Lucignolo, ha atteso la mezzanotte ed è salita nel 1912 sul transatlantico più famoso della storia. Mentre l'America declinava in tutte le sue speranze il sogno americano, un qualsiasi iceberg interrompeva improvvisamente la più grande festa della storia moderna spegnendo le luminarie che sui ponti scimmiottavano le stelle. Prima ancora delle guerre mondiali, col Titanic sono naufragati lo spirito e l'aspirazione di un'intera civiltà. Una specie di incosciente e incolpevole suicidio collettivo come l'inaspettato errore di sistema che sospende la serra delle nostre relazioni. Essere attori di questo Teatro è come essere saliti sul Titanic. Mentre la nave affonda, mentre tutto intorno cade giù, mentre non si capisce mai se quello che tocchiamo è ormai il fondo o se il fondo in fondo non c'è mai, noi, da anni, anni, anni, tutti i giorni, tutti noi, noi tutti, suoniamo, suoniamo e continuiamo a suonare.

La compagnia condividerà con gli spettatori un viaggio teatrale in tre momenti.

Al tramonto - È una forma di accoglienza del pubblico ma allo stesso tempo uno strumento di incontro e di confronto tra le compagnie ospitate. Un momento libero di letture e scambio di materiali nel foyer del teatro, dove chi vorrà potrà entrare, sedersi e prendere il the. 

Lo spettacolo - È il momento centrale della serata, incontro e appuntamento. 

Dopo lo spettacolo - Come in ogni occasione di incontro, al termine di ciascuna serata spettatori e artisti avranno l'occasione di un momento conviviale. Proprio sulla scena, dopo un brevissimo smontaggio, ci sarà un aperitivo di saluto: un'occasione per stare insieme, vivere e condividere, varcare del tutto la distanza tra platea e palcoscenico.

Ingresso spettacolo10.00 



CALENDARIO