lunedì 17 giugno 2013

PRODUZIONI - LA REGINA TAITÙ

FOTO GALLERY



...


con 
Enzo Vacca, Roberto Corradino, Betty Lusito, Michele Stella

Regia Vito Signorile

Costumi: Francesco Capece
Scene: Michele Iannone
Musiche: Davide Ceddia

Principessa bellissima e inavvicinabile, Taitù non si decide a sposarsi e nonostante il gran desiderio di suo padre il Re di avere finalmente dei nipotini, continua a rifiutare la corte di tutti i pretendenti che le si avvicinano. Fino a quando il re Capacalda escogiterà un tranello per passare proprio con lei una notte nel castello. Da questa avventura e dalle peripezie che ne seguiranno, Taitù conoscerà finalmente la vera felicità, imparerà ad essere più umile e a … non farsi sottomettere. Dal racconto popolare fino alla Bisbetica domata, un racconto d’amore, tranelli, segreti e lieto fine.

Lo spettacolo è la rivisitazione di una fiaba interpretata per la prima volta da Vito Signorile quando, nel 1980, il Dipartimento Scuola Educazione della Rai lanciò un programma di recupero, sia pure parziale, di fiabe, favole e racconti della tradizione popolare italiana. Per la Puglia Vito Signorile, già collaboratore esterno Rai per una ricerca sul Folk in tutte le regioni italiane, propose e realizzò cinque fiabe pugliesi: La Regina Taitù, L'orco e lo sciocco, Scarpagrossa, Le sette colombe e Scortica Scortica.


CALENDARIO