lunedì 17 giugno 2013

STAGIONE TEATRALE 2013 - 2014


Il consuntivo dei primi mesi di attività credo possiamo definirli di grande soddisfazione; abbiamo operato per poco più di mezza stagione mettendo a segno 2 importanti risultati: il plauso generalizzato per la qualità e la vastità dei programmi offerti e inoltre, lo diciamo con un pizzico di orgoglio, tutti gli ospiti extraregionali che hanno visto il nostro teatro lo hanno annoverato tra i più bei piccoli Teatri italiani. 

Credo che un segno meriti evidenza: quello dell'apertura a collaborazioni che moltiplicano potenzialità e prospettive dell'Abeliano. La scorsa stagione Flavio Albanese, il cui impegno continua con un laboratorio per giovani attori, mentre la collaborazione si allarga a Fibre Parallele e Roberto Corradino anche con progetti ideativi e produttivi. 

- Cinque Rassegne di Prosa Ospitate nel Nuovo Teatro Abeliano più una rassegna estiva dedicata a Bari e le sue Tradizioni; 
- 34 Compagnie ospitate di cui 21 pugliesi; 
- 40 Spettacoli di prosa ospitati con oltre 160 recite; 
- 9 Spettacoli di produzione in repertorio con 2 nuovi allestimenti; 
- 33 Attori e tecnici impiegati per circa 4.000 gg lavorative. 

Nonostante da anni siamo punto di riferimento di molta parte dello Spettacolo dal vivo, nonostante ci poniamo oggi più che mai il problema della carenza di strutture per lo spettacolo dal vivo moltiplicando la nostra disponibilità verso colleghi giovani e meno giovani, nonostante da sempre siamo impegnati a fare spettacoli di ogni genere, è noto quanto si giochi a classificare questa meravigliosa attività, nonostante tutto questo è sempre prepotente il tentativo di qualcuno di ghettizzarci con etichette limitative e obsolete: Teatro Tradizionale, Teatro di parola, Teatro d'Autore ecc. ovvero di escluderci da altre paranoiche classificazioni come Teatro di ricerca, Teatro dei ragazzi, Teatro gastronomico, digestivo e liberatorio. Esiste un solo Teatro: quello capace di regalare emozioni. Quello che ci piace praticare e ospitare e verso cui spendiamo tutti i nostri sforzi e le nostre ricerche sia esso indirizzato a un pubblico di abbonati o di studenti o di docenti. Il nostro Teatro ruota intorno al lavoro dell'attore e alla sua capacità di emozionare. Tutto il resto è chiasso! 

In giro circolano sempre approssimazioni assieme a polemiche spesso costruite ad usum delphini. Bisogna che la Città conosca un dettaglio che riguarda il Nuovo Teatro Abeliano. Non abbiamo vinto alla lotteria: non inganni questo moltiplicarsi delle attività. E’ solo la nostra ipotesi di risposta alla crisi: rilanciare. Il Nuovo Teatro è da pagare; i finanziamenti per costruirlo secondo le Leggi vigenti sono stati ottenuti mettendo sulla bilancia, casa paterna e risparmi personali di una vita, fideiussioni del CDA e aumento di capitale sociale da parte di tutti i soci secondo possibilità individuali e, a fine mese, si pagano prima le rate dei finanziamenti e poi gli stipendi ... arretrati di 3/4 mesi mediamente. 

Apriamo una stagione di politica culturale seria, discutiamo pubblicamente e senza riserve al fine di spianare finalmente la strada a molte stagioni di Arte. Gli artefici non possono essere che gli operatori culturali, del Teatro, del Cinema, della Musica, della Danza, della carta stampata, delle TV. Naturalmente non è questa la sede ne' l’occasione ed è auspicabile sia una sede istituzionale, ma crediamo sia venuto il momento per un confronto pubblico di settore. 

Confronto pubblico di settore: Teatro 
Si analizzi pubblicamente l'Attività di singoli e di gruppi, si pubblichino tutti i Contributi pubblici di cui le varie compagnie e Teatri usufruiscono, se ne valuti la congruenza in rapporto alla mole di attività e di operatori impiegati, si valuti il rapporto tra contributi pubblici e incassi al botteghino, si considerino gli investimenti operati per strutture mobili e immobili. Si smascherino i Furbetti di quartiere che usufruiscono più volte di contributi pubblici per la stessa attività espletata come singoli, poi associati in Fondazioni, consorzi, progetti pseudo speciali ecc.
Vito Signorile
(Conferenza Stampa 7 giugno 2013)
A Teatro con mamma e papà ...

To the Theatre   

La Scuola va a Teatro 

Prima Ribalta 

Open today  


ABBONAMENTI E BIGLIETTI

PRENOTAZIONI

CONTATTI



CALENDARIO