• EVENTO RISERVATO ALLE SCUOLE /8/9/12 novembre h. 10
  • PER INFORMAZIONI /080 5427678

Sogno di una notte di mezza estate
di William Shakespeare

traduzione, adattamento e regia di Massimo Verdastro
scene e costumi di Pier Paolo Bisleri
musiche a cura di Marco Ortolani
luci di Marcello D’Agostino
movimenti scenici e assistente alla regia Giuseppe Sangiorgi
con Massimo Verdastro, Paolo Panaro, Elisabetta Aloia, Antonella Carone
Marco Cusani, Francesco Lamacchia, Loris Leoci, Giulia Sangiorgio
e altri attori in fase di definizione
Produzione Diaghilev

Dopo la messinscena de La dodicesima notte di Shakespeare e del Satyricon di Petronio, la proficua collaborazione del regista e attore Massimo Verdastro con la Compagnia Diaghilev continua con un altro grande classico del teatro: Sogno di una notte di mezza estate.
La chiave di lettura della più celebre e più rappresentata commedia scespiriana mette a fuoco il rapporto che si crea tra il mondo civilizzato (la corte) e le creature che popolano il mondo della natura (il bosco incantato). I giovani protagonisti dell’opera, transfughi dalla corte, nel bosco abitato da maghi, fate ed elfi, scopriranno aspetti sconosciuti e profondi del loro sentire; gli istinti primordiali, le pulsioni erotiche, potranno manifestarsi liberamente attraverso l’espressione corporea, che si esplicherà, in un crescendo dionisiaco di balli e danze che, dall’età elisabettiana ai giorni nostri, attraverserà molteplici generi: dalle danze tradizionali (non solo occidentali) ai più recenti tipi di ballo. Lo spettacolo sarà una festa del teatro in cui si cercherà di superare la divisione canonica tra attori e spettatori.